Esperienza e Infinito. Contributo per una fenomenologia dell’idea di infinito a partire da Husserl

Di
Warning: Use of undefined constant name - assumed 'name' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /web/htdocs/www.verificheonline.net/home/wp-content/themes/bootstrap-basic-child-verifiche/single-pubblicazioni.php on line 56
Andrea Altobrando

Keywords: , , , , , ,

L’infinito rappresenta una sfida per qualunque teoria della conoscenza. Cartesio ha offerto argomenti apparentemente decisivi a sostegno dell’origine sovrasensibile dell’idea di infinito e sulla sua linea si è mossa gran parte della tradizione filosofica seguente, fino a Kant e Hegel. L’empirismo, ossia l’alternativa per eccellenza alla gnoseologia razionalista, non è riuscito a rispondere adeguatamente alle istanze poste dalla teoria cartesiana. La fenomenologia di stampo husserliano può offrire a questo proposito un prezioso contributo.

Partendo dalla teoria della conoscenza di Husserl e sulla base di alcune osservazioni derivanti dalla fenomenologia della percezione, il presente studio si propone di offrire una chiarificazione fenomenologica dell’idea di infinito che ne mostri il radicamento nell’esperienza sensibile e, rispetto alla sua accezione più strettamente quantitativa, nella capacità di un soggetto di riflettere sulla propria immersione in tale esperienza.

Download

Pubblicazioni di Verifiche 50

Anno / Year 2013

ISBN 978-88-8828-650-1

Pagine 279

Prezzo € 22,00